homepage

 

disfida 

Le alleanze si fanno a tavola, ma si possono anche spaccare per un bicchiere di vino di troppo oppure per un invito accettato, e poi non onorato. Abituati a vivere con le armi in mano, così da fronteggiare i continui pericoli in arrivo dal mare, gli abitanti della Murgia adriatica legano storia, leggenda e ricette.

La più celebre è senz’altro quella Disfida di Barletta. Cavalleria d’altri tempi quella che, nel lontano 1503, portò i vincitori spagnoli e gli alleati italiani a consentire ad alcuni dei francesi, sconfitti, di partecipare a un banchetto all’interno dell'Osteria o Casa dell’oste Veleno. Dal diverbio fra il capitano spagnolo don Diego di Mendoza, che elogiò il coraggio degli italiani che lo avevano portato alla vittoria, e monsignore Charles de La Motte, che li oltraggiò apostrofandoli come “... senza fede, vili soldati e traditori”, nacque la Disfida del 13 febbraio 1503. Fu vinta dagli italiani guidati da Ettore Fieramosca e da allora, quello che è diventato il Rosso Barletta Doc, brilla di una forza ineguagliabile.  

 Più romantica e sensuale la storia dei “sospiri” della vicina Bisceglie, che inventò questo dolce per accogliere l’avvenente Lucrezia Borgia. In suo onore le clarisse prepararono questo pan di Spagna, farcito di crema e ricoperto da glassa bianca (u sceleppe). Peccato che la bella duchessa a Bisceglie poi non venne e non poté assaggiare questo dolce nato in un monastero ma dalla singolare forma di seno di donna. I notabili di Bisceglie, per la mancata visita, sospirarono per la delusione (da qui il nome “sospiri”) mentre i poveri ai quali vennero donati i dolcetti sospirarono per la sazietà.



Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy - We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information