homepage

È l'unica dop pugliese che interessa l’intero territorio regionale. Nelle norme per la viticoltura di questa denominazione sono da considerarsi idonei i terreni di buona esposizione, di natura calcareo-argilloso-silicea anche profondi ma piuttosto asciutti, mentre sono da escludere i terreni prevalentemente argillosi o alluvionali eccessivamente umidi. Sono previste solamente due tipologie: “Dolce Naturale” e “Liquoroso Dolce” entrambe sono prodotte a partire da una percentuale minima di impiego dell’85% di uve Aleatico, con l’eventuale aggiunta di Negroamaro, Malvasia Nera e Primitivo. Il “Dolce Naturale” deve avere una gradazione minima di 13%vol effettiva e 15% vol totale, mentre per per il tipo “Liquoroso Dolce Naturale” si sale a 16%vol effettiva e 18,5% vol. totale. Infine, la resa massima delle uve in vino non deve mai essere superiore al 65% e occorre un invecchiamento obbligatorio di ben 3 anni per la menzione "Riserva".

Tipologie: Dolce Naturale, Liquoroso Dolce Naturale, Riserva.


SCARICA IL DISCIPLINARE >>

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy - We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information